Blog & case history

Liposuzione

  • Home
  • -
  • Liposuzione o liposcultura
  • -
  • Liposuzione
Liposuzione

La liposuzione o liposcultura è uno degli interventi di chirurgia estetica più eseguiti al mondo.
E il motivo, a differenza di ciò che molti credono, non riguarda solo il desiderio di “vedersi più belli”.
Da almeno 4 generazioni la società occidentale ci ha abituati ad una vita molto più sedentaria rispetto al passato e ad un’alimentazione non sempre così “sana”: anche solo per il fatto che molti di noi sono costretti a pranzare tutti i giorni fuori casa o devono trascorrere molte ore in auto per raggiungere il posto di lavoro.
È inevitabile, quindi, che questo stile di vita generi delle “ricadute” (nel vero senso della parola!) sul nostro corpo, con accumuli di grasso in zone indesiderate e soprattutto con la sempre maggiore difficoltà nell’evitare l’aumento di peso.
Partendo comunque dal presupposto che la liposuzione può risolvere il problema estetico ma non senza la volontà di attivarsi anche con una vita sana e regolare, cerchiamo di capire come funziona e quando può rappresentare un’opportunità per stare meglio con se stessi.

A cosa serve la liposuzione e a chi?

È l’intervento di chirurgia plastica con cui si può rimuovere il tessuto adiposo, in maniera definitiva, dalle zone dove si è antiesteticamente accumulato: l’addome, i fianchi, l’esterno delle cosce, l’interno delle cosce, l’interno delle ginocchia o la regione sotto il mento.
È indicato per donne e uomini, dai 18 anni in su, ma solo dopo un’attenta valutazione chirurgica e anestesiologica, con cui possiamo individuare l’eventuale presenza di importanti problemi di salute (cardiopatie o neuropatie) o significativi disordini metabolici che ci inducono a non proseguire con l’intervento.
Se invece, come avviene nella maggior parte dei casi, si riscontra l’assenza di qualsiasi fattore di rischio, possiamo consentire al paziente la possibilità di effettuare l’intervento con la massima sicurezza e soddisfazione estetica.

Come funziona l’intervento di liposuzione?

L’Intervento, dopo una serie di opportuni esami preoperatori, può essere eseguito in anestesia locale con sedazione endovenosa, se la quantità di tessuto adiposo da rimuovere non è eccessiva. Altrimenti consigliamo un’anestesia generale leggera, che permette al paziente di non vedere né sentire nulla.
Infatti, l’intervento può essere eseguito in day-hospital o al massimo con una notte di degenza in clinica.
La tecnica prevede l’utilizzo di apposite micro cannule che, collegate a specifici macchinari, consentono al chirurgo di rimuovere il grasso in eccesso con il minimo sforzo e una maggiore precisione operatoria.

E dopo l’intervento?

Anche la terapia post operatoria è per noi molto importante.
Si inizia prescrivendo un antibiotico, un antinfiammatorio e un leggero antidolorifico per sopportare le prime ore a casa dopo l’intervento. Ci tengo a precisare, infatti, che non è un intervento doloroso ma pur sempre un po’ fastidioso: effetto che, comunque, scompare anche con i più comuni analgesici da banco.
Oltre alla prescrizione dei farmaci, in clinica forniamo anche l’opportuna guaina contenitiva post operatoria da indossare per due o tre settimane, ma che può essere facilmente indossata sotto qualsiasi tipo di abbigliamento, senza creare il benché minimo disagio.
Solo in alcuni casi è opportuno associare una terapia anticoagulante per qualche giorno, onde ridurre il rischio di fastidiosi gonfiori soprattutto agli arti inferiori

Il post operatorio è discretamente rapido. Ovviamente dipende dalla quantità di grasso che è stata rimossa e prevede un ritorno alle normali attività lavorative già dal terzo al quinto giorno post operatorio. Anche la ripresa dell’attività fisica sportiva è abbastanza rapida e, solitamente, dopo una settimana si può ricominciare a fare qualsiasi cosa.

Dalle parole ai fatti: i casi di M.A. e G.T.

M.A. è una giovane ragazza di 22 anni che soffriva di un accumulo di tessuto adiposo resistente alla dieta, all’età ed all’attività fisica, e che si era maggiormente localizzato all’esterno e all’interno delle cosce e all’interno delle ginocchia.
Nel suo caso è stato sufficiente un intervento di liposcultura della durata di 45 minuti, in regime di day-hospital, che ci ha consentito di rimuovere in maniera efficace e definitiva il grasso in eccesso.
Ad M.A. sono bastati solo due giorni per tornare al lavoro, indossando l’opportuna guaina contenitiva fornita dalla nostra équipe chirurgica.
G.T., invece, è un professionista di 48 anni che ha fatto di tutto per ridurre il volume della pancetta e dei fianchi: le così dette “maniglie dell’amore”. Da tempo si impegnava nell’attività fisica (in particolare la corsa) e tenendo sempre controllato il regime alimentare, ma… nulla cambiava!
Ha deciso, quindi, di sottoporsi ad una liposcultura presso la nostra clinica e, venendo da lontano, ha preferito rimanere ricoverato la notte dell’intervento: così l’abbiamo dimesso la mattina successiva.

Beh, già alla prima visita di controllo che abbiamo fatto dopo quattro mesi, G.T. aveva tutta un’altra espressione! Oltre ad essere notevolmente soddisfatto del risultato, si sentiva decisamente più a suo agio non solo nel vestirsi senza più dover mascherare il proprio fisico, ma anche nello svolgere più efficacemente la sua amata attività fisica.

In conclusione…

Come ho spiegato all’inizio, la liposuzione o liposcultura non rappresenta una soluzione definitiva se il paziente non decide di impegnarsi anche nel migliorare il proprio regime di vita.
Ma, in tanti anni di esperienza, ho potuto verificare che questo intervento rappresenta una spinta emotiva estremamente importante, stimolando la paziente o il paziente a cambiare regime di vita, regime alimentare, incrementare l’attività fisica, proprio per mantenere quei risultati ottimali in termini di modellamento estetico del proprio fisico.